Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Aggiornamento Emergenza Covid-19

Data:

25/05/2020


Aggiornamento Emergenza Covid-19

Covid-19. Misure di prevenzione e contenimento del contagio – Aggiornamento del 25/5/2020

Si raccomanda ai connazionali in Niger di seguire scrupolosamente le indicazioni delle autorità locali e di attenersi alle misure di prevenzione contro il contagio da Coronavirus contenute nei seguenti siti istituzionali:

Ministero della Salute: http://www.salute.gov.it/nuovocoronavirus

Istituto Superiore di Sanità : https://www.epicentro.iss.it/coronavirus

I cittadini italiani che si trovano in Niger e presentano sintomi anche lievi, indicativi di contagio, quali febbre, tosse, difficoltà respiratoria,  stanchezza, dolori muscolari, oppure volessero maggiori informazioni, sono invitati ad informare l'Ambasciata d'Italia (+227 80096660) e a contattare telefonicamente i seguenti numeri di emergenza istituiti dalle Autorità nigerine:

Dr Abache Ranaou : (+227) 96 25 63 78

Dr Adamou Moustapha : (+227) 96 40 24 67

Sig. Boulama Ousmane : (+227) 96 27 99 64

Unità medica dell'Aeroporto di Niamey :(+227) 97 45 38 99 - 85 30 30 40 - 97 68 22 78

SAMU NIGER : 15 oppure (+227) 93 59 18 02

Numeri verdi suddivisi per quartiere:

Comune I : 83 44 58 05 - 83 44 58 06 - 83 44 58 07

Comune II : 83 44 58 08 - 83 44 58 09 - 83 44 58 10

Comune III : 83 44 58 11 - 83 44 58 12 - 84 44 58 13

Comune IV : 83 44 58 14 - 83 458 15 - 83 44 58 16

Comune V : 83 44 58 17 - 83 44 58 18 - 83 44 58 19

 

Misure restrittive di queste Autorità - Aggiornamento del 25/5/2020

Alla data del 24 maggio 2020 sono stati confermati 945 casi di contagio da Coronavirus in Niger di cui 783 guariti e 61 decessi.

Nel suo discorso alla nazione sulla pandemia Covid-19 il Presidente della Repubblica Issoufou ha annunciato, tra l'altro, la proclamazione dello stato d'urgenza sanitario su tutto il territorio nazionale a partire dalla mezzanotte di venerdì 27 marzo 2020 per due settimane rinnovabili (tale disposizione è stata recentemente prorogata fino all'11 luglio 2020), l'attivazione del coprifuoco a Niamey dalle 19.00 alle 06.00 per un periodo di due settimane rinnovabili a partire da sabato 28 marzo (tale disposizione è stata revocata dal 13 maggio aprile 2020), l'isolamento sanitario della città di Niamey per una durata di due settimane rinnovabili a partire dalla mezzanotte di domenica 29 marzo (tale disposizione è stata revocata dal 15 maggio aprile 2020). Tali misure si cumulano a quelle prese lo scorso 13 e 17 marzo e che prevedono:

- la quarantena domiciliare o in qualsiasi altro luogo adeguato per tutti coloro che sono rientrati da paesi dove è in corso l’epidemia.

- la proroga della chiusura degli aeroporti internazionali di Niamey e Zinder per un periodo di 2 settimane dal 19 marzo 2020 a mezzanotte fino a nuovo avviso ad eccezione del trasporto di merci.

- la proroga della chiusura di tutte le frontiere terrestri per un periodo di 2 settimane dal 19 marzo 2020 a mezzanotte rinnovabile ad eccezione del trasporto dei merci.

- la chiusura di tutti gli istituti di scuola materna, primaria, secondaria e superiore per un periodo di 2 setttimane rinnovabile dal 20 marzo 2020 a mezzanotte fino a nuovo avviso.

- la chiusura di bar, discoteche, cinema e luoghi di intrattenimento dal 18 marzo 2020 a mezzanotte;

- ogni raduno, quale ne sia la natura, è vietato fino a nuovo avviso su tutto il territorio nazionale  Questa misura riguarda in particolare: battesimi, matrimoni e qualsiasi altra forma di cerimonia. In particolare, workshop, e seminari sono vietati fino a nuovo avviso.

- l'istituzione di misure igieniche obbligatorie nei mercati, negozi, ristoranti, servizi pubblici e privati.

- il rispetto di una distanza di almeno 1 metro tra le persone in supermercati, ristoranti, aziende, aree aeroportuali e luoghi pubblici;

- la diagnosi e trattamento gratuiti di tutti i casi confermati.

- la revisione del piano di emergenza per tener conto dei nuovi requisiti e assegnazione di 1 miliardo di franchi CFA dal bilancio nazionale per il suo finanziamento.

- la chiusura dei luoghi di culto. (Tale disposizione è stata revocata dal 13 maggio 2020)

- Il Presidente della Delegazione Speciale di Niamey ha disposto dal 27 marzo 2020 fino a nuovo avviso la chiusura di mercati tutte le sere a partire dalle 17:00 al fine di disinfettare e pulire quest'ultimi.

 

Link istituzionali dedicati al contenimento dell'epidemia Covid-19

Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Ministero dell'Interno

Ministero della Salute

Dipartimento della Protezione Civile

 

Principali provvedimenti adottati dall'Italia

Ultim'ora: Informazioni per cittadini italiani in rientro dall'estero e cottadini stranieri in Italia: La Farnesina ha aggiornato la pagina di domande e risposte per i cittadini italiani in rientro dall'estero e cittadini stranieri in Italia. Cliccare qui per collegarsi.

Ultim'ora: Nuovo modello di giustificativo di spostameento per lavoro: E' stato pubblicato un nuovo modello di autocertificazione per recarsi al lavoro valido in Francia (Modello del 24/3/2020). Scaricabile qui.

Ultim'ora: Divieto di spostarsi dal proprio comune in Italia: I Ministeri dell'Interno e della Salute italiani hanno emanato un decreto secondo cui da oggi (22/03/2020) su tutto il territorio nazionale è fatto divieto a tutte le persone fisiche di trasferirsi o spostarsi con mezzi di trasporto pubblici o privatiin comune diverso da quello in cui si trovano. Uniche eccezioni : comprovate esigenze lavorativee, casi di assoluta urgenza ovvero motivi di salute. Cliccare qui per saperne di più queste norme non riguardano i cittadini italiani non residenti all'estero che rientrano in Italia per raggiungere la propria abitazione, secondo le indicazioni finora ricevute. Si consiglia in ogni caso di contattare le competenti autorità provinciali (Prefettura, Questura) per maggiori informazioni. I congiunti che vanno a prendere i propri familiari in aeroporti e stazioni risultano esentati dalle norme del citato decreto. Anche in tal caso si suggerisce una previa verifica con le autorità competenti.

Ultim'ora: Isolamento obbligatorio per chi rientra in Italia: Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli ha firmato un decreto assieme al Ministro della Salute che obbliga l'autoisolamento per i 14 giorni successivi al ritorno in Italia nei confronti di tutte le persone che rientrano in Italia dall'estero, anche gli asintomatici. Queste ultime devono presentarsi e dichiararsialla ASL locale che li sottoporrà a sorveglianza sanitaria. Qui il testo del decreto.

Ultim'ora: Il Ministero dell'Interno italiano ha comunicato che la violazione della quarantena (che riguarda obbligatoriamente anche tutti coloro che rientrano in Intalia dall'estero) potrebbe comportare la violazione di norme penali che prevedono fino a tre mesi di reclusione. La protezione civile italiana informa che solo un familiare potrà recarsi in aeroporto in Italia per prendere il proprio congiunto.

Ultim'ora Frontiere: Le frontiere intra UE (es: Francia-Italia e Francia-Germania) e intra SCHENGEN (es. Francia Svizzera) rimangono aperte; Questo significa che anche le frontiere con l'Italia sono aperte. Il transito via Germania  e Svizzera è consentito ma solo se si è in grado di dimostrare il trasferimento in Italia.

DOCUMENTI DA SCARICARE:

Autocertificazione italiana (nuovo modello del 23/03)

 

Situazione voli per l'Italia - Aggiornamento del 25/5/2020

Si segnala che le autorità nigerine hanno disposto la proroga della chiusura degli Aeroporti internazionali di Niamey e Zinder per due (2) settimane a partire dal 19/3/2020 a mezzanotte e la chiusura di tutte le frontiere terrestri per lo stesso periodo.

 

Avviso all'utenza - Accesso Ambasciata – Aggiornamento del 25/5/2020

Alla luce dell’attuale emergenza collegata al Covid-19, e in osservanza delle indicazioni ministeriali che raccomandano il più possibile il ricorso al telelavoro, si informa che a partire dal 26 marzo, gli Uffici dell'Ambasciata sono chiusi al pubblico.

Per esigenze di comprovata urgenza, si prega di contattare il numero di emergenza (+227) 80 09 66 60 o scrivere all’indirizzo email: niamey.ambasciata@esteri.it

Si ricorda che per l’iscrizione AIRE non è necessario presentarsi in Ambasciata, ma che è possibile presentare la domanda di iscrizione o variazione AIRE utilizzando il portale FAST IT: https://serviziconsolarionline.esteri.it/

Numero da utilizzare esclusivalente per le situazioni di urgenza: (+227) 80.09.66.60

 

 


112